11/12/2017

VI RACCONTO UNA FAVOLA…

favola

CARMEN CONSOLI, MARCO PAOLINI, MORGAN, ELIO, PAOLO ROSSI,AFTERHOURS,MARKY RAMONE, BANDABARDO’, BAUSTELLE, VERDENA, GIULIANO PALMA, AFRICA UNITE, PETE BEST e molti altri ancora…..

Sembrerebbe il calendario di uno dei più grossi festival italiani, sembra un PRIMO MAGGIO  a Roma….. invece no…. è ASOLO FREE MUSIC FESTIVAL.

 Ma come è potuto realmente accadere????

Torniamo indietro nel tempo …. fino al 2005…….

 

Sembra una favola perché si tratta di un gruppo di amici di Asolo e dei comuni limitrofi che un bel giorno decisero di mettere in piedi un festival piccolino per ricordare uno dei migliori amici mancato a causa di un’incidente stradale.

Decisero di mettere in piedi un festival piccolino perché tra amici si parlava che quel posto fosse magnifico per fare un concerto.

Sembra una favola perchè questo gruppo di amici lo fecero sul serio…si impegnarono, fecero qualcosa insieme di importante! Chiesero quindi all’amministrazione comunale il patrocinio dell’evento che venne concesso immediatamente. Fu una sensazione bellissima credetemi…..qualcuno credette in noi!!!!

Con tanta inesperienza ma anche con tanta voglia di fare e di stare insieme, il gruppo di amici coinvolse poi i propri amici e a seguire…gli amici degli amici. Risultato????

  • in 8 anni più di 100 volontari tutti di Asolo e delle zone limitrofe mossi da un’intento comune
  • dai 10.000 ai 15.000 spettatori ogni anno
  • i migliori nomi della scena musicale e teatrale italiana ad Asolo (vedi sopra…. e sono solamente una parte)
  • il nome del Comune di Asolo in tutti i siti specializzati in turismo, cultura, musica, etc…
  • decine di servizi televisivi e radio effettuati
  • beneficenza ogni anno per un parroco sempre di Asolo che opera in Africa
  • alberghi, B&B, ristoranti, bar pieni di gente
  • i fornitori del festival sono tutti del territorio

insomma……

SEMBRAVA CHE ASOLO NON FOSSE PIU’ UN PAESE PER VECCHI!!!!!!!!!

MA AL COMUNE QUANTO COSTAVA QUESTA FOLLIA???? Sembra solamente l’elettricità…..

Sembra proprio una favola quindi …. Un Comune che ha un’evento del genere senza spendere un quattrino quando si sente parlare ogni giorno di SPRECHI nella pubblica amministrazione……

 

E poi??? Ma poi che cosa è successo???? Come mai, oggi, nel 2013, ASOLO FREE MUSIC FESTIVAL non esiste più????

FORSE PERCHE’ SONO ARRIVATI I MORTI VIVENTI????

QUELLI CHE HANNO UN CREDO: E CIOE’ CHE UN COMUNE E’ AL SICURO E TUTTO FUNZIONA QUANDO NON VOLA UNA MOSCA!!!!!!

 

E mi chiedo il perché…..

Mi chiedo perché ogni amministrazione non continui il lavoro fatto dalla vecchia amministrazione, almeno nelle buone idee.

Mi chiedo perché un’amministrazione che vede coinvolti tutti questi giovani del proprio comune cerchi di rovinare un evento che porta commercio, che porta cultura e che fa amare il comune anche al di fuori dei propri territori.

Mi chiedo perché un evento tra i più importanti della provincia veda la propria fine tra l’indifferenza più totale dell’amministrazione comunale, ed è la cosa che fa più male.

Mi chiedo che male può fare un evento in beneficenza che al comune costa solamente l’energia elettrica.

Mi chiedo perché tanta cattiveria.

Mi chiedo perché tanta indifferenza.

Mi chiedo perché abbiamo fatto domanda per l’edizione 2013 a febbraio e nessuno ha mai risposto.

ASOLO FREE MUSIC FESTIVAL, evento nato nel 2005 che oltre a tutto quello detto precedentemente ha fatto una cosa importantissima: ha coinvolto tantissimi volontari, ha creato nuove amicizie, nuovi amori, nuovi rapporti personali, ha creato sogni e …. meritava di continuare.

Queste domande (alle quali non riesco a trovare risposta perché sembra ci sia un’odio di fondo), me le sono formulate ad agosto del 2011 dopo che l’amministrazione attuale, quella della LEGA (quella biancoverde, quella che professa l’amore per il territorio e per i cittadini) formata probabilmente da piccoli leghisti, ci aveva costretti a spostare il nostro festival nel mese di luglio, e più precisamente a cavallo di luglio ed agosto (giorni noti perché tutti vanno in vacanza), nell’unico “spazio disponibile” del calendario eventi del Comune.

Questo perché era corretto, secondo loro, dare spazio a settembre (il periodo dedicato al festival nei sei anni precedenti) ad una sagra paesana dove viene proposto un programma di musica popolare, il liscio, che non ha niente da vedere con un festival di musica e teatro.

Questo ha portato per la prima volta, dopo 8 anni, ad un’indebitamento dell’associazione organizzatrice, l’Associazione Culturale Tutti in Basso, a causa della diminuzione dell’affluenza di gente (circa la metà), alla rottura tra i componenti dell’associazione (purtroppo quando vi sono problemi di soldi capita anche questo) ed alla morte della stessa.

Quale modo migliore per eliminare un evento indesiderato senza dare nell’occhio?

Ogni anno ti tolgo qualcosa così ti metto in difficoltà (elettricista, contributo, ti rompo le balle con gli incartamenti, etc…) …. Ma se proprio ce l’hai duro e continui a rompermi dopo due anni da quando la mia parte di cittadini mi ha votato, allora ti cambio il periodo, ti faccio indebitare, ti faccio litigare ed io, il Comune, la pubblica amministrazione…..resto ILLIBATO, IO NON C’ENTRO, NON E’ COLPA MIA …. E MI SONO TOLTO DALLE BALLE UN EVENTO COMUNISTA CERTIFICATO FERRAZZA DOCG.

Ma perché indesiderato?  Ma un’amministrazione comunale seria e responsabile non avrebbe fatto meglio a dire NO alla realizzazione dell’evento motivando le proprie idee ed evitando che si rovinassero rapporti, che nascessero problemi, ansie per pareggiare i conti con il rischio che dei volontari fossero costretti a coprire le spese di tasca propria?

Ma perché tanta cattiveria? Ma perché indesiderato? Non è mai stato un evento politico….

 

Ma forse HO LA RISPOSTA:

questi amministratori, che rispetto agli altri cittadini liberi, sono dotati di un cervello sopraffino hanno sempre pensato questo, che l’associazione avesse un colore politico e quindi da eliminare…. sembra una cosa “degli anni 30/40” ma con tanta paura di agire e di prendersi le proprie responsabilità.

Nella nostra associazione vi erano persone di tutte le provenienze politiche unite da un unico scopo, persone che hanno un’idea di come dovrà essere la politica del futuro, dove le buone idee non hanno colore, sia che provengano da destra o da sinistra.

Il fatto è che è stata una scelta politica!!!!!!! perché quelli del “sagrone” danno più voti dell’associazione!

Ma quando inizieranno questi amministratori a governare per senso civico e non per voti?

Così non è governare per il bene del proprio comune, qui si tratta di governare stupidamente perché poi, nel segreto della cabina elettorale, nemmeno DIO ti vede e quindi questi sono “cattivi e stupidi amministratori” due volte.

Una volta mi sono sentito dire che il festival era una spesa per il Comune perché l’occupazione di suolo pubblico è un costo…. ma che costo ha un suolo che solitamente viene usato come parcheggio alla domenica per andare in centro? Ma ci state prendendo in giro?

Tutto questo è ridicolo e questa amministrazione è ridicola. Chi ha fatto quest’affermazione forse non sa che l’amministrazione attuale ha scaricato negli anni tutti i costi sull’evento, anche i propri ed eliminando inoltre anche il piccolo contributo che ci veniva dato.

C’è una grande verità: finchè cittadini liberi ed amministrazioni comunali lavorano insieme le cose funzionano. Il festival infatti, finchè è stato sostenuto dal Comune, ha sempre aumentato la beneficenza  negli anni ed ha visto l’affluenza di persone sempre in aumento con risultati sempre positivi.

In 8 anni il festival ha fatto girare migliaia di euro e le aziende che hanno lavorato sono tutte del circondario…. bar, ristoranti, b&b, alberghi.

Quindi sorge spontanea una domanda: ma questi __ ___ __ fanno?

PERCHE’ ELIMINARE UN EVENTO CHE FA BENE AL COMUNE? PERCHE’ ELIMINARE UN EVENTO CHE PORTA CULTURA, CONOSCENZA, SPETTACOLO, INFORMAZIONE? E SOPRATTUTTO ….GRATIS????

I pensieri e le domande sopra descritte mi sono venute in mente perché la cosa più brutta, il sentimento più brutto, l’emozione che ti crea quel senso di nausea allo stomaco, che ti fa sentire di aver lavorato e sudato gratuitamente anche per dare un’immagine al comune … sono venuti a galla perché dell’amministazione comunale non si è mai presentato nessuno .

Da questi comportamenti che non si riescono a capire che cosa può nascere se non ostilità nei propri amministratori?

Quello che loro non sanno è che così creeranno i loro incubi, perché noi, di ASOLO VIVA, diventeremo la voce critica, la voce diversa di questa amministrazione e di quelle future, la spina nel fianco, quelli che non lasceranno passare niente, che controlleranno tutto….  E questo perché? Perché sono vecchi politici che non dialogano con la parte opposta. La convinzione che solo le proprie idee sono le migliori è la morte di tutto.

 

ASOLO NON E’ MORTA……. E’ ASOLO VIVA!!!!!

Andrea Dalmina

happy wheels game

Article Tags

Related Posts